“Unipv plastic free”, attivati i nuovi erogatori d’acqua dell’Università di Pavia

News  |   13/01/2020  |     2450

Dopo le seimila borracce consegnate alle matricole a inizio anno accademico, ecco spuntare nel campus i distributori d’acqua. A temperatura ambiente, fredda, naturale o gassata. Tutti dotati di un filtro rigorosamente selezionato dal Dipartimento di Chimica dell’ateneo stesso. Si tratta di un’ulteriore azione messa in campo dall’Università di Pavia per ridurre l’uso della plastica e sensibilizzare la propria comunità – oltre 25mila persone – sul tema della sostenibilità ambientale.

Al momento queste colonnine multifunzione sono nove e consentono a studenti, ricercatori, docenti e personale tecnico di rifornirsi gratuitamente fino a un massimo di due litri d’acqua al giorno. Una quantità ragionevole scelta in questa prima fase di sperimentazione anche per evitare sprechi. Dopo aver posizionato la propria borraccia le macchinette si attivano esclusivamente accostando all’apposito sensore il badge di Ateneo, ovvero la tessera di color amaranto utilizzata ad esempio per i servizi bibliotecari. I distributori non accettano infatti monete o banconote.

DOVE RIFORNIRSI

– Polo Didattico di Ingegneria (edificio bordeaux), 1° piano
– Facoltà di Ingegneria, piano C, nei pressi dell’aula C1
– Palazzo Golgi Spallanzani, nei pressi dell’ingresso della Biblioteca delle Scienze
– Dipartimento di Chimica, 1° piano
– Dipartimento di Fisica, piano terra
– Palazzo San Tommaso, piano terra, nei pressi della Sezione Cinema/Spettacolo-aula Bottigella
– Palazzo San Felice, 1° piano, nei pressi dell’aula H del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali
– Campus Aquae, 1° piano

Entro fine gennaio anche: Palazzo Centrale, 1° piano, presso il Rettorato-Sala CdA

 

[Aggiornato 15/1/2019 ore 16:19]