Dal 5 febbraio torna The book is on the radio

Prima puntata dell’anno interamente dedicata a successi editoriali ispiratori di sceneggiature di grande successo e a novità letterarie firmate da giovani scittori emergenti.

Nel primo blocco ci occupiamo di “La chiave di Sara” , di Tatiana de Rosnay; romanzo toccante, capace di intrecciare abilmente un episodio poco noto della Shoah durante l’occupazione nazista di Parigi, ossia il rastrellamento del Velodromo d’Inverno, con l’ndagine condotta sessant’anni dopo dalla gionalista americana Julia Jarmond, che scoprirà di essere coinvolta nella vicenda più di quanto avesse mai potuto immaginare.

A The book is on the radio si continua con “Venuto al mondo”, di Margaret Mazzantini. Guerra e pace, amore e odio, forza e debolezza fanno da sfondo ad una narrazione divisa tra Roma e Sarajevo, la cui protagonista, Gemma, ci permette con la sua esperienza di assaporare i gusti della diversità, della scoperta, del confronto con ciò che ci fa paura in quanto rivelatore delle nostre fragilità.

Terza parte con Federica che da L’Ultima Riga ci parla di “Alfinità alchemiche”, opera prima della giovanissima Gaia Colcorti. Il tema affrontato è quello di una lacerante ed impossibile passione tra due fratelli gemelli, Giovanni e Selvaggia, separati dall’infanzia e nuovamente uniti a diciotto anni. Un amore travolgente, capace di sconvolgere per sempre le esistenze dei due adolescenti.

Segui The book… in diretta ogni martedì alle ore 13.00 oppure in replica il giorno stesso alle 17 e alle 21, mercoledì alle 11, venerdì alle 13. Riascolta i nostri consigli nella pagina ufficiale del programma.

MZ

Potrebbero interessarti