Università di Pavia e WWF: nasce “Oasi 2030”

Video  |   08/07/2019  |     412

Nel cuore del capoluogo lombardo, a pochi passi dalla fermata della metropolitana “Moscova”, nei Giardini di Via Tommaso da Cazzaniga nasce “Oasi 2030”. Uno spazio polifunzionale dedicato al progetto congiunto tra Università di Pavia e WWF Oasi, che intende promuovere attraverso una serie di attività di divulgazione e di formazione gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, la cosiddetta “Agenda 2030”.

In programma per il biennio 2019-2020: due cicli di conferenze sui profili ambientali, sociali e culturali; laboratori didattici rivolti a insegnanti e giovani, dedicati a una conoscenza sperimentale di fossili, piante e animali nel contesto delle sfide ecologiche attuali; caffè scientifici per insegnanti; laboratori di teatro sociale rivolti agli studenti e dedicati ai temi dell’ambiente e della cultura del paesaggio; un evento nell’ambito dell’economia e del diritto dell’ambiente.

Tra i 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile approvati dall’ONU, i protagonisti di “Oasi 2030” hanno concordato di concentare l’attenzione su, in particolare:

– Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età (n. 3);
– Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti (n. 4);
– Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze (n. 5);
– Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili (n. 11);
– Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo (n. 12);
– Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre (n. 15);
– Promuovere pace, giustizia e istituzioni forti (n. 16).

Social
Studi all’Università di Pavia e vuoi condurre un programma in radio? Sono aperti i casting 2020.