Trofeo dei Collegi (calcio a 11 maschile): Cairoli e Ghislieri vanno avanti, il Fraccaro resta fuori

Trofeo Collegi calcioContinuano le partite verso la finale del Fortunati di fine maggio. I risultati degli ultimi giorni: Cairoli 3-0 Sant’Agostino, Spallanzani 1-4 Golgi, Cardano 7-0 Maino, Fraccaro 1-1 Ghislieri.

Cronaca:

Ai campi Mascherpa si è conclusa la penultima settimana di partite della fase a gironi. Nella serata di lunedì 28 aprile, il primo incontro vede contrapporsi i gialloneri del Cairoli contro i colleghi del S. Agostino. Il Cairoli deve assicurarsi la vittoria per accedere alla fase a eliminazione diretta. L’impresa non sembra ardua, visto gli zero punti in classifica dei loro avversari, che insieme al Maino si sono rivelate le due squadre materasso di questo torneo. La partita inizia con una prima fase di studio reciproco delle due squadre. Poi il Cairoli aumenta il livello di intensità del gioco e crea molte occasioni per portarsi in vantaggio. Il vantaggio del Cairoli arriva al 36’, ma l’arbitro lo annulla per fuorigioco e così si va negli spogliatoi sul risultato ancora bloccato sullo 0-0.  Al primo minuto della ripresa arriva il tanto atteso gol dei gialloneri con Duczek che buca la rete avversaria. Al 75’ è sempre Duczek a mettere in cassaforte la vittoria e il passaggio del girone siglando il gol del 2-0. Sei minuti più tardi c’è gloria anche per Riboli che fissa il risultato finale sul 3-0. Il Cairoli sale a quota sette punti e passa la patata bollente dell’ultimo posto utile per qualificarsi a Fraccaro e Ghislieri. Il S. Agostino conclude il suo torneo con 0 punti in classifica.

La seconda partita del lunedì si gioca tra i ragazzi del collegio Spallanzani e quelli della residenza Golgi. Le due squadre, seppur con percorsi molto diversi, sono già qualificate per la fase successiva. Il Golgi è a punteggio pieno e si candida come potenziale finalista, mentre lo Spalla, dopo la sconfitta alla prima giornata col Cairoli, è riuscito a inanellare due vittorie e un pareggio che gli hanno permesso di arrivare a quota sette punti in classifica e staccare con una giornata di anticipo il biglietto per la fase a eliminazione diretta. Nel primo tempo la partita corre sui binari dell’equilibrio fino al 40’, quando Panarinfo porta in vantaggio i suoi, incendiando la curva biancoverde. Il primo tempo finisce 1-0. Dopo cinque minuti dal fischio della ripresa il Golgi trova il raddoppio con Byron, ma Giarrana, da buon capitano accorcia subito le distanze per lo Spalla. Al 69’ però è ancora Byron a riportare il Golgi avanti di due lunghezze. A dieci minuti dalla fine Pezzini mette la ciliegina sulla torta siglando il 4-1 e regala la quinta vittoria su cinque partite per la sua squadra. Poco rammarico per lo Spallanzani che potrà adesso concentrarsi sulla fase a eliminazione diretta.

Nella serata di martedì 29 aprile, la partita che ha aperto le danze si è giocata tra i ragazzi del Cardano e quelli del Maino. Il Cardano deve vincere per forza e sperare che martedì prossimo il Borromeo sconfigga il Griziotti. In questo modo agguanterebbe l’ultimo posto disponibile nel girone B per qualificarsi alla fase successiva. Al 6’ è Cucinelli a sbloccare subito il risultato per il Cardano e cinque minuti più tardi Visinoni sigla il raddoppio e mette già in ghiaccio la vittoria. Il Cardano continua a divertirsi a spese di un Maino in totale blackout. Vanno in gol Marra su rigore, ancora Visinoni, Vita con una splendida semirovesciata, Cucinelli per la doppietta personale e Visinoni col terzo gol personale. Finisce 7-0. Il Cardano sale a cinque punti e ora tifa Borromeo. Il Maino conclude definitivamente il suo torneo a 0 punti.

Successivamente, si è disputato l’incontro principale della serata e della settimana. La sfida fra Fraccaro e Ghislieri si può considerare già una gara a eliminazione diretta. Chi vince passa. Chi perde va a casa. In caso di pareggio la classifica premierebbe il Ghislieri che manterrebbe il punticino di vantaggio e passerebbe comunque come ultima del girone. La tensione dell’incontro si taglia a fette. La gara, come si poteva ampiamente prospettare è molto equilibrata. Entrambe le difese lavorano bene in fase di copertura e gli attacchi non spingono più di tanto per paura appunto di lasciare le retroguardie scoperte in contropiede. Solo un episodio potrebbe sbloccare la partita. Al 35’ il capitano del Ghislieri Catalano batte in porta una punizione da centrocampo. Il portiere biancorosso non dovrebbe avere problemi a bloccare in uscita una palla così innocua, ma purtroppo sbaglia l’uscita e rimane beffato con la palla che lo supera e si insacca in rete. Si va al riposo sull’1-0 per il Ghislieri. Nella ripresa il Fraccaro comincia forte e va alla ricerca del pareggio il più presto possibile, anche perché ora deve siglare due gol per vincere e passare il girone. Il Ghislieri si difende molto bene e il gol sembra non arrivare mai. Ma al 71’ su un calcio di punizione dalla sinistra il portiere del Ghislieri sbaglia l’uscita e si scontra con un suo difensore. Ne viene fuori un mezzo campanile sul quale è Illarietti ad arrivare prima e a segnare di testa nella porta sguarnita. La curva fraccarotta esplode e anche i giocatori in campo ci credono, visto che mancano ancora venti minuti e l’inerzia è tutta dalla loro parte adesso. Il Ghislieri è stanco e si rintana in difesa per un super catenaccio, ma riesce comunque a ripartire in contropiede. E su uno di questi contropiedi il biancorosso Saraceno stende da ultimo uomo un avversario lanciato a rete e viene espulso. Pur essendo in dieci, il Fraccaro ha ancora un’ultima occasione. Su un traversone la difesa giallooro si dimentica completamente di  Cioce che si trova da solo davanti al portiere. Il tiro è buono e indirizzato sul palo lontano, ma il portiere del Ghislieri compie la parata della vita e salva il risultato. Al triplice fischio la panchina e la curva del Ghislieri esplodono di felicità per la qualificazione. Il Fraccaro, dopo aver vinto negli ultimi due anni il torneo, deve arrendersi.

Onore ad entrambe le squadre che hanno regalato una partita poco spettacolare ma molto intensa e che, nonostante l’importanza del match, non si sono mai lasciate andare a episodi di nervosismo e sono sempre state corrette.

GB

Potrebbero interessarti