Torna il cineforum del Borromeo

good by leninA 25 anni dalla caduta del muro di Berlino, gli studenti del collegio Borromeo presentano un nuovo ciclo di proiezioni dedicato ai “luoghi come identità”: dopo Roma è la volta della capitale tedesca.

Primo appuntamento giovedì 20 novembre, alle ore 21 in aula 400, con “Germania Anno Zero” di Roberto Rossellini. Stessa ora e luogo per “Un, due, tre!” di Bill Wilder (27 novembre), e per “Il cielo sopra Berlino” di Wim Wenders (4 dicembre). Chiude il ciclo, giovedì 11 dicembre nella sala degli Affreschi del Collegio Borromeo, “Goodbye Lenin!” di Wolfgang Becker.

«In continuità con l’anno precedente – raccontano gli organizzatori – abbiamo pensato di focalizzare la nostra attenzione su una città europea che, come Roma, sia stata e sia tuttora un simbolo, teatro di eventi significativi del passato più o meno recente e che, soprattutto, sia stata musa ispiratrici di grandi registi. Alla luce di una simile chiave di lettura Berlino è apparsa la città ideale su cui far ricadere la scelta per proseguire il nostro percorso di geografia cinematografica. Berlino, inoltre, città colma di storia, si espone agevolmente a molteplici chiavi di lettura, data la sua natura dinamica e sfuggente, ed è esplorabile dunque al meglio tramite una pluralità di prospettive.»

Tutte le proiezioni – realizzate con il finanziamento della Commissione Acersat dell’Ateneo, saranno introdotte dalla Prof.ssa Federica Villa, docente di Storia e Critica del Cinema all’Università di Pavia.

Potrebbero interessarti