Studenti “fuori sede” e tampone, dall’Università di Pavia la procedura in collaborazione con l’ATS

L’Ateneo comunica a tutti gli iscritti domiciliati a Pavia e privi di residenza, dunque “lontani” dal proprio medico di famiglia, la procedura per la prenotazione di un tampone naso-faringeo per la ricerca del virus SARS-CoV-2. In una e-mail inviata agli studenti nella tarda mattinata di mercoledì 18 novembre, vengono indicati i contatti diretti dell’ATS locale a cui dover semplicemente inviare una e-mail dalla propria casella istituzionale con i dati personali e un recapito telefonico. In caso di positività tutto il procedimento e il tracciamento dei contatti sarà preso in carico dall’ATS di Pavia.

Nella nota si ricorda che in caso di «necessità occasionale di assistenza medica, lo studente “fuori sede” privo di assistenza sanitaria può rivolgersi ad un qualunque MMG (Medico di Medicina Generale) presente sul territorio pagando la prestazione e chiedendo successivamente il rimborso alla propria ASST di competenza».

Inoltre, per chi fosse domiciliato a Pavia per un periodo superiore ai tre mesi «si consiglia di richiedere l’assegnazione temporanea di un MMG». L’iscrizione ha validità massima di un anno ed è rinnovabile su richiesta espressa dello studente, oppure si potrà riattivare l’iscrizione presso la propria ASL di provenienza.

[Foto: © stock.adobe.com]

Potrebbero interessarti