RINVIATA – Sul Ticino torna la regata Pavia-Pisa. In programma anche il trofeo tra i CUS della Lombardia

News  |   10/06/2019  |     750

È iniziato il conto alla rovescia per la 57esima Pavia-Pisa: la regata di canottaggio istituita nel 1929  in memoria degli universitari caduti durante la battaglia risorgimentale di Curtatone-Montanara. Organizzata ogni anno, a turno, nelle due città, vedrà in acqua il cosiddetto “8+”, un’imbarcazione molto veloce guidata da otto canottieri più il timoniere, lunga 18 metri e che può toccare i 30 km/h. L’evento è in programma sabato 15 giugno sul fiume Ticino, nel tratto compreso tra l’ex idroscalo e il Ponte Coperto, e sarà suddiviso in due manche a corsie invertite. La prima prenderà il via alle 17:20 mentre la seconda è fissata alle 17:40. Nell’albo d’oro, il maggior numero di vittorie è stato conquistato dall’equipaggio di Pavia: 35 contro le 18 del CUS Pisa.

La regata universitaria sarà preceduta da una gara di canottaggio tra CUS lombardi in doppio (2x) e dalla gara in Dragon Boat tra i collegi universitari di Pavia.

PROGRAMMA

Ore 16:00 – Finale 3°/4° posto Trofeo dei Collegi in Dragon Boat – 1^ manche
Ore 16:10 – 1^ batteria Trofeo “Alma Ticinensis Universitas”
Ore 16:20 – 2^ batteria Trofeo “Alma Ticinensis Universitas”
Ore 16:30 – Finale 3°/4° posto Trofeo dei Collegi in Dragon Boat – 2^ manche
Ore 16:45 – Finale Trofeo “Alma Ticinensis Universitas” – 1^ manche
Ore 17:00 – Finale 1°/2° posto Trofeo dei Collegi in Dragon Boat – 1^ manche
Ore 17:10 – Finale Trofeo “Alma Ticinensis Universitas” – 2^ manche
Ore 17:20 – Regata Pavia-Pisa Trofeo Curtatone e Montanara – 1^ manche
Ore 17:30 – Finale 1°/2° posto Trofeo dei Collegi in Dragon Boat – 2^ manche
Ore 17:40 – Regata Pavia-Pisa Trofeo Curtatone e Montanara – 2^ manche

 

+++ AGGIORNAMENTO 14/6/2019 ORE 13:51 +++

Con una nota stampa il CUS Pavia comunica in data odierna che la regata e tutte le gare in programma sabato 15 giugno sono rinviate a data da destinarsi a causa delle cattive condizioni del Ticino: «negli ultimi giorni – si legge – il livello del fiume è salito in modo repentino e si presenta ora con una forte corrente che trascina a valle parecchi detriti, tanto che questa mattina il campo di regata non presentava i requisiti minimi per garantire agli equipaggi l’imparzialità e sicurezza.» Il comitato organizzatore, continua il comunicato, ha inoltre accertato che «nelle prossime ore non sono previste manovre alla Diga della Miorina (VA) in grado di far diminuire significativamente il livello del fiume».

 

[Nella foto in alto: una manche della 55esima edizione del 13 maggio 2017]