Ricerca e innovazione, l’incontro in aula Magna con Diana Bracco (video)

News  |   04/12/2012  |     778

La ricerca e l’innovazione per la crescita delle imprese, per il rilancio del Paese e per il futuro dei giovani. Questo il tema dell’incontro, lunedì 3 dicembre, con Diana Bracco, Presidente e amministratore delegato dell’omonimo gruppo farmaceutico e vicepresidente di Confindustria. [Guarda il video]

«La ricerca richiede multidisciplinarietà, lungimiranza e risorse costanti nel tempo» ha detto Diana Bracco di fronte a una platea composta da docenti e studenti «all’Università spetta il ruolo fondamentale di formare ricercatori eccellenti e di dar loro le opportunità e la motivazione per svolgere l’attività di ricerca ai livelli più alti possibili. Non è facilissimo costruire questo tipo di futuro se il contesto non aiuta e noi sappiamo che il sistema di ricerca italiano è costantemente in sofferenza. Siamo lontani dal quel 3% di Lisbona e sotto alla media europea del 2%».

«L’Italia deve fare di più non solo nel sostegno alle politiche dell’innovazione ma anche nella diffusione della cultura scientifica» è l’appello del vicepresidente di Confindustria «in questo momento noi diciamo alle imprese: non tagliate i vostri investimenti in ricerca e innovazione perchè sono un investimento sul futuro».

Durante l’incontro, inserito nel calendario delle celebrazioni dei 50 anni della Facoltà di Economia, Diana Bracco ha inoltre evidenziato come per esempio sia necessario trasmettere le competenze economiche a un ricercatore chimico: «lo dico e lo ridico, perchè essere assunti da un’impresa ma non poter valutare il contesto in cui il proprio compito si situa, secondo me, è frustrante. Se noi abbiamo dei giovani che sono in grado di comprendere ciò che stanno facendo, nell’ottica di un reparto di produzione o di un’impresa, quelli saranno immedesimati nei valori e nelle necessità dell’impresa».

All’imprenditrice milanese, laureata all’Università di Pavia in Chimica e laurea honoris causa in Farmacia nel 2001, il Rettore Angiolino Stella ha conferito l’onorificenza del Gran Pavese. [Guarda il video]

AT

Social
2008-2018