Presentata la Notte dei Ricercatori

Con un calendario di oltre 200 eventi e attività che coinvolgeranno 9 città lombarde (Milano, Como, Lecco, Brescia, Mantova, Pavia, Lodi, Monza e Varese) torna, il prossimo 27 settembre, MEETmeTONIGHT.

La Notte dei Ricercatori, lanciata nel 2005 dalla Commissione Europea, è promossa in Lombardia dal Politecnico di Milano, dall’Università degli Studi di Milano, dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dal Comune di Milano, in collaborazione con la Regione e la Fondazione Cariplo, unitamente ad altri 6 atenei – tra cui l’Università di Pavia – e a numerose istituzioni del territorio.

Un’iniziativa che porta i ricercatori al di fuori dai laboratori per far conoscere il loro contributo alla società con dimostrazioni pratiche, incontri, laboratori interattivi, spettacoli e giochi.

«La ricerca è una priorità, non c’è rilancio senza investimenti» ha esordito così l’Assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione di Regione Lombardia Mario Melazzini, durante la presentazione ufficiale di MEETmeTONIGHT questa mattina al Grattacielo Pirelli (foto).

«Dobbiamo abbattere il muro culturale secondo cui la ricerca è vista come un costo e far conoscere quanto il mondo accademico può dare alla società civile e alle imprese per il rilancio dell’economia» ha aggiunto Melazzini ribadendo l’intenzione di voler raddoppiare, portandoli dall’1,6% ad almeno il 3%, gli investimenti di Regione Lombardia per la ricerca.

«MEETmeTONIGHT è un esempio di sistema tra università, un sistema di qualità» è il commento di Giovanni Azzone, Rettore del Politecnico «siamo tutte università ben valutate nelle classifiche italiane e internazionali.»

La prima edizione della Notte dei Ricercatori in Lombardia ha contato oltre 20mila partecipanti. Sui social: facebook.com/meetme2night e twitter.com/meetme2night

Potrebbero interessarti