Pavia-Cile: le tesi a ingegneria

tesi unipv cileSi è svolta nei giorni scorsi a Ingegneria la mostra delle tesi e dei progetti realizzati dagli studenti che hanno seguito negli ultimi tre anni i corsi organizzati dall’Università di Pavia e dall’Universidad Central de Chile.

«Questa mostra non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza per nuovi progetti di didattica e di ricerca» ha dichiarato il Prof. Alessandro Greco, responsabile locale del programma. La collaborazione fra i due atenei è in corso ormai da quindici anni, e si basa sullo scambio reciproco di conoscenze e sulla volontà di unire una didattica di qualità a esperienze di internazionalizzazione.

Le dieci tesi esposte nell’atrio della “nave” spaziavano dalla valorizzazione e il recupero dei beni culturali alla progettazione sostenibile.

Fra i lavori quello di Maria Pazzaglia, laureata nel 2013 e autrice del “Centro cultural y casa de los artistas de Ancud”. Il suo studio ha riguardato una piccola isola cilena, Chiloé, prediligendo l’uso di materiali locali e a basso impatto ambientale: «ogni progetto ha la sua storia – ha raccontato a UCampus – e va dall’urbanistica fino al dettaglio di costruzione». «Sono stata abituata a viaggiare in Europa – ha continuato Maria – ma è stata la mia prima esperienza così lontano, e non avrei avuto la possibilità di farlo senza questo progetto. E’ stata un’esperienza educativa sotto tutti i punti di vista, un’esperienza di vita».

Potrebbero interessarti