Notte dei Ricercatori: il programma a Pavia

Per il terzo anno consecutivo l’Università di Pavia aderisce alla Notte dei Ricercatori. L’iniziativa promossa dalla Commissione Europea, in oltre 300 città d’Europa, per portare la ricerca fuori dai laboratori coinvolgendo i cittadini con eventi divertenti e stimolanti.

L’appuntamento è per il 27 e il 28 settembre con MEETmeTONIGHT, la Notte dei Ricercatori della Lombardia promossa dal Politecnico di Milano, dall’Università degli Studi di Milano e dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

L’Ateneo pavese, in collaborazione con il Comune, la Provincia, la Fondazione Policlinico San Matteo e il Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (CNAO), propone quattro attività interattive e appassionanti rivolte a persone di tutte le età.

Si comincia alle 0re 17.30 con l’Aperitivo con Brainstorming musicale: un percorso scientifico-musicale tra classica, pop e jazz – a cura del sociologo Flavio Ceravolo, con docenti e ricercatori dell’Ateneo appassionati di musica – che si snoda in quattro tappe tra il Cortile delle Statue e il cortile Volta. Un “gioco” scientifico per scoprire e comprendere le nostre sensazioni di fronte alla musica.

In contemporanea, nel cortile Volta, saranno allestiti quattro stand per la presentazione di progetti e attività scientifiche: “Osservatorio permanente sull’Antico – Pavia 100 Torri”; “Scienza e Tecnica per l’Edilizia e la Progettazione”; “Spazio a Pavia!”; “ricercatori@INFN #radiazioni#ricerca#applicazioni”.

Alle ore 19.30, al Teatro Fraschini, l’anteprima del docufilm “Pavia sulle spalle dei giganti” di Tommaso Moneta e Carlo Alberto Redi. Un viaggio storico-scientifico di forte impatto divulgativo, in cui il pubblico potrà rivivere secoli di scoperte scientifiche, appassionarsi ai luoghi e ai personaggi che hanno fatto grande la città di Pavia e la storia della scienza.

Dopo la proiezione, a partire dalle ore 21, il Sistema Museale dell’Università di Pavia propone un’apertura straordinaria, con percorsi guidati al Museo per la Storia dell’Università, al Museo di Archeologia e al Museo di Storia Naturale (Palazzo Botta), dove si potranno  scoprire dal vivo molti reperti scientifici descritti nel documentario.

Dal gabinetto scientifico di Alessandro Volta con gli strumenti originali al “bestiario” settecentesco di Lazzaro Spallanzani, alle strumentazioni medico-chirurgiche di Antonio Scarpa, al premio Nobel per la Medicina ad Camillo Golgi, attraverso rarità, e oggetti di studio di grande interesse.

A Pavia MEETmeTONIGHT continuerà eccezionalmente anche sabato 28 settembre con l’apertura straordinaria al pubblico del CNAO, il Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica, di Pavia. Una delle realtà più qualificate nel panorama mondiale della clinica e della ricerca sul cancro che svela i suoi segreti e accompagna il pubblico nel cuore del sincrotrone.

Per saperne di più unipv.it e meetmetonight.it

 

Potrebbero interessarti