Industria 4.0, l’Università di Pavia partner del nuovo Competence Center

Un budget da 22 milioni di euro, oltre 2000 mq di spazio nel campus Bovisa del capoluogo lombardo, 39 imprese coinvolte tra cui Bosch, Siemens, Hitachi Rail e IBM. Sono alcuni dei numeri di “MADE”, il nuovo hub gestito dal Politecnico di Milano per supportare l’industria nella digitalizzazione dei processi, promuoverne le opportunità e sperimentare le tecnologie più innovative. A questa missione contribuisce anche l’Università di Pavia, assieme ad altri due atenei della regione (Brescia e Bergamo), e a una lunga lista di partner privati.

È «un’opportunità importante per i nostri studenti che si avvicinano al mondo dell’automazione e della robotica e per le imprese del territorio pavese» spiega il Prof. Francesco Svelto, prorettore alla terza missione unipv. L’utente del Competence Center avrà infatti a disposizione le più recenti tecnologie digitali per l’industria manifatturiera: organizzate a isole multi-funzionali, potranno essere visitate e utilizzate per la formazione, oppure servire per progetti concreti. Si potrà ad esempio comprendere come la realtà aumentata possa essere utilizzata in fase di progettazione o per supportare in remoto la manutenzione degli impianti – impianti che potranno essere monitorati usando i big data – e altre tecnologie ancora troveranno spazio nella fabbrica del futuro, anche in termini di riduzione dei consumi e miglioramento delle prestazioni.

Nei prossimi tre anni MADE intende raggiungere più di 10mila persone attraverso le attività di informazione e di divulgazione, sviluppare 390 progetti e arrivare a coinvolgere 15mila aziende italiane.

AT

Potrebbero interessarti