Lotta all’omobullismo: le cose cambiano

lecosecambiano«Crescere non è semplice. Molti adolescenti affrontano quotidianamente episodi di bullismo e discriminazione. In particolare gli adolescenti gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, che spesso nascondono la propria sessualità per paura di essere isolati. Senza confrontarsi con adulti apertamente gay, non possono immaginare come sarà il loro futuro».

E’ il progetto “Le Cose Cambiano”, realizzato in collaborazione con Corriere.it, nato nel 2013 con «lo scopo di ricordare ai teenager LGBT che non sono soli, e che le cose per loro cambieranno, in positivo».

Lecosecambiano.org raccoglie infatti le testimonianze «di chiunque voglia condividere il proprio vissuto per metterlo a disposizione di chi si sta confrontando con la scoperta di sé, per contribuire a creare un’enciclopedia di desideri e speranze, un contenitore di proposte, un posto dove raccontare la propria esperienza in prima persona, anche per dimostrare che metterci la faccia è possibile».

“Le Cose Cambiano” farà tappa a Pavia lunedì 5 maggio, alle ore 20 in aula ‘400, su iniziativa dell’associazione studentesca Universigay con il contributo della commissione Acersat dell’Università di Pavia.

Durante la serata si parlerà di lotta all’omobullismo attraverso le testimonianze dello scrittore e autore televisivo Matteo B. Bianchi, della giocatrice di hockey Nicole Bonamino e dell’attivista Antonella Levi. Introdotti da Chiara Reali, redattrice di lecosecambiano.org, si cercherà di comprendere meglio le dinamiche di questo tipo di bullismo e quanto sia importante un “esempio positivo” per aiutare le vittime.

Per info: www.universigay.org

Pagina ed evento Facebook: facebook.com/pages/UniversiGayfacebook.com/events/1462337334001522/?ref=22

Potrebbero interessarti