Le strade della ricerca: una virologa globe-trotter al Nuovo

capuaIlaria Capua, laureata in Medicina Veterinaria a Perugia con specialità a Pisa e dottorato a Padova, è stata eletta alla Camera dei Deputati alle elezioni dello scorso febbraio. Dal 7 maggio 2013 è il vicepresidente della VII Commissione di Montecitorio per cultura, istruzione e scienza.

Nel 2006 ha depositato la sequenza genetica di un nuovo virus non in un database privato, come richiesto dall’Organizzazione Mondiale per la Sanità, ma direttamente in quello open access “Gen Bank”, esortando i colleghi a seguire il suo esempio perché convinta che solo attraverso la condivisione la scienza può concretamente progredire, a beneficio della salute pubblica.

Ilaria Capua ha sollevato un vespaio, ma ha trasformato un problema in opportunità, tanto che cinque anni dopo, nel 2011, la stessa OMS ha approvato una risoluzione nella quale il nuovo approccio mirante alla trasparenza dei dati è considerato una svolta epocale.

Di “condivisione” nel mondo della ricerca si parlerà nell’incontro che la vedrà protagonista mercoledì 27 novembre, alle ore 21 al Collegio Nuovo (via Abbiategrasso 404). Con lei dialogherà Giovanni Bignami, Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e primo italiano a essere nominato Presidente del Comitato Mondiale per la Ricerca Spaziale.

Potrebbero interessarti