La Canzone d’autore spiegata da Roberto Vecchioni

Pur partendo da due sistemi semantici preesistenti (il linguaggio poetico e quello musicale), la c. d’autore costituisce un’unità narrativa e metrica inscindibile. Non è infatti possibile separare musica e testo, così come non si può prescindere dall’interpretazione, che diventa il terzo elemento semantico essenziale: essa può dunque essere considerata una forma d’arte, e più specificamente un genere nuovo e autonomo.

Inizia così Roberto Vecchioni sull’Enciclopedia Italiana Treccani la descrizione della canzone d’autore in Italia: il tema centrale del corso che da alcuni anni tiene all’Università di Pavia, in particolare agli studenti di comunicazione, ma aperto a tutti gli iscritti. “Una vita per canzoni. Percorsi di una poetica musical-letteraria” è il titolo dell’edizione 2016/17 in programma ogni martedì e giovedì, dalle ore 11 alle 13, fino al 17 dicembre nell’aula di Via Luino 12. E le lezioni curate dal cantautore milanese sono ogni volta arricchite da esecuzioni dal vivo accompagnate dal maestro chitarrista Massimo Germini.

 

LEGGI ANCHE > Roberto Vecchioni: «Pavia è meglio di un campus americano»

Potrebbero interessarti