Inquinamento e rischi per la salute (Ascolta)

Sollecitare un dibattito all’interno del mondo scientifico clinico e accademico sulle implicazioni delle conoscenze – in parte consolidate e in parte emergenti – sui meccanismi patogenetici (molecolari e sistemici) che stanno alla base di numerose malattie associate all’inquinamento ambientale e che oggi rappresentano una rilevante questione di salute pubblica. Dall’obesità al diabete, dalle malattie del neurosviluppo e neurodegenerative, al cancro.

Questo l’obiettivo del seminario “Ambiente e Salute – Inquinamento, interferenze sul genoma umano e rischi per la salute”, organizzato ieri all’Istitituto di Igiene dell’Università di Pavia, durante il quale è stata presentata l’omonima monografia elaborata da Ernesto Burgio (foto), medico pediatra, e coordinatore scientifico della sezione italiana dell’International Society of Doctors for the Environment (www.isde.org).

«Nell’ultimo secolo, ma soprattutto negli ultimi decenni, abbiamo cambiato la composizione molecolare dell’atmosfera, delle nostre città, delle catene alimentari» ha raccontato lo stesso Burgio a UCampus, e «il vero problema è l’esposizione collettiva all’inquinamento, dalla mattina alla sera, dall’epoca embrio-fetale e dai primi mesi vita in poi».

Ascolta l’intervista integrale (da Campus Life del 17/4/2013)

AT

Potrebbero interessarti