Il Rettore Francesco Svelto: «all’Università di Pavia 10.6 milioni di euro per infrastrutture e didattica».

Gli auguri agli studenti e al personale dell’Università di Pavia, il bilancio dell’ultimo anno segnato in larga parte dall’emergenza sanitaria e alcuni progetti concreti che riguarderanno l’ateneo nei prossimi mesi. Sono i temi della lettera inviata ieri sera dal Rettore Francesco Svelto: «in un anno come questo, sento forte il desiderio di ringraziare e fare gli auguri all’intera Comunità Accademica, andando però con il pensiero innanzitutto a quanti sono mancati a causa della pandemia».

Agli studenti, in particolare, il professor Svelto esprime la sua vicinanza: «il loro comportamento è stato in questi mesi ammirevole. Un grande impegno nell’adeguarsi ad una fruizione dei contenuti molto più ostica ed anonima. Un grande rispetto per tutte le misure sanitarie di contrasto alla diffusione del virus. Uno spirito molto collaborativo».

«Spero che questa disgraziata emergenza sanitaria permetta di focalizzare l’attenzione sulle nuove generazioni, come priorità per il Paese. Oggi, inutile negarlo, non è così».

E poi una serie di importanti finanziamenti di cui l’Università di Pavia beneficerà per progetti infrastrutturali e a supporto della didattica innovativa. Nel primo capitolo, scrive Svelto: «un bando per l’edilizia universitaria che ci ha portato un co-finanziamento pari a 6.6 milioni di euro: ciò ci permetterà di coprire parte dei costi previsti per i nostri interventi prioritari». In cantiere ci sono il nuovo polo di Scienze del Farmaco, gli interventi di conservazione del chiostro di Palazzo San Felice, le torrette e la facciata di Palazzo San Tommaso, la ristrutturazione del polo didattico di Via Luino e la nuova aula Weber.

Al primo assegno si aggiunge, un fondo da 4 milioni di euro stanziato da Regione Lombardia e «destinato in parte alle infrastrutture di rete di Ateneo, in parte al supporto della didattica innovativa e da remoto dei Dipartimenti».

«Sono convinto che proseguendo con l’impegno e la fiducia, dimostrati in un anno così difficile, potremo guardare al futuro con realistico ottimismo».

Infine il nuovo progetto dell’Università di Pavia: «prevediamo di realizzare un Centro di ricerca universitario dedicato all’innovazione tecnologica, che la Regione Lombardia intende sostenere interamente, sotto il profilo finanziario [12 milioni di euro, NdR]» e per cui, aggiunge il Rettore, «ne trarrebbero vantaggio le attività di ricerca applicata dei nostri Dipartimenti, insieme alle opportunità di stage degli studenti e di lavoro dei nostri laureati».

Potrebbero interessarti