Giulio Giorello all’Università di Pavia

«La matematica è un terreno di esplorazione e di ricerca, non di verità stabilite da tramandare, magari, a memoria». Così il filosofo e matematico all’inaugurazione, lo scorso 28 febbraio, del nuovo ciclo dei “Colloquia in Fisica”. Giulio Giorello, ordinario di Filosofia della Scienza all’Università degli Studi di Milano, è intervenuto nella conferenza voltiana dedicata alla matematica e alla fisica nella scoperta scientifica organizzata presso il Dipartimento di Fisica.

A margine dell’incontro ha commentato i dati relativi al rapporto “Trends in International Mathematics” (La Repubblica, 23/2/2013 pag. 27) in cui l’Italia si attesta al penultimo posto nella classifica sulla conoscenza della matematica in quarta elementare in 22 paesi del mondo. Terzultima, su 15 nazioni, per il rendimento in terza media.

«Forse non è colpa di questi ragazzi, forse è colpa di un cattivo insegnamento della matematica» ha detto Giorello a UCampus sottolineando che «l’insegnamento di una matematica in modo autoritario e dogmatico, che muove da principi fissi per arrivare in modo rigido a conclusioni indiscutibili, è proprio quel cliché che invece la ricerca vera mostra non funzionare».

Potrebbero interessarti