Fertilità e scavi archeologici: ecco le nuove campagne di crowdfunding dell’Università di Pavia

News  |   05/09/2016  |     227

Due progetti di ricerca dell’Università di Pavia da sostenere con pochi clic, anche con una donazione di soli 5 euro. “Madri oltre il tempo della malattia” e “Regine d’ambra e Principi di Ferro” sono le nuove campagne di crowdfunding lanciate da Universitiamo by Unipv. La prima piattaforma del genere di un Ateneo italiano e che dal suo lancio ha raccolto oltre 300mila euro.

Un programma dedicato a donne e uomini a rischio fertilità

La procreazione medicalmente assistita permette di prelevare in modo rapido e sicuro le cellule uovo e di conservarle intatte fino a quando la donna avrà superato la malattia e sentirà il desiderio di diventare madre. Inoltre, non si deve dimenticare che anche i partner maschili possono dover affrontare patologie i cui trattamenti mettono a rischio la fertilità e, pertanto, è possibile crioconservare il liquido seminale.

Il primo target della raccolta fondi consentirà di realizzare i locali dedicati, acquistare gli incubatori e il materiale di laboratorio, allestire un programma di divulgazione/informazione.

Per saperne di più guarda il video e clicca: https://universitiamo.eu/campaigns/madri-malattia

Le origini del centro etrusco di Verucchio

È il primo progetto che intende ricostruire il paesaggio dell’antico insediamento di Verucchio, nell’entroterra di Rimini, con l’utilizzo delle più moderne tecniche di indagine non invasiva (geomagnetismo, telerilevamento) e di acquisizione ed elaborazione di dati, ma anche grazie a mirati sondaggi di scavo condotti sul campo dagli archeologi dell’Università di Pavia. Obiettivo: scoprire dove, come e quando vissero questi enigmatici primi abitatori dell’Italia settentrionale.

Il target consentirà vari stadi della ricerca, dalla messa in sicurezza e il restauro dei resti, fino all’acquisizione in 3D dei reperti più significativi.

Per saperne di più guarda il video e clicca: https://universitiamo.eu/campaigns/regine-dambra-principi-ferro

AT

 

[Fonte: Unipv.news]

Social
Instagram