Ecco la nuova stagione del Teatro Fraschini di Pavia

News  |   19/06/2017  |     910

La Fondazione Teatro Fraschini ha presentato il cartellone 2017-2018: opera, prosa, musica, altri percorsi, danza e operetta. Il via della stagione a fine settembre con una farsa di Gioachino Rossini, L’inganno felice, e venerdì 13 ottobre con Il sogno di un uomo ridicolo interpretato da Gabriele Lavia.

Sono 5 i titoli nel quadro della tradizione operisticaRigoletto di Giuseppe Verdi (a novembre) sarà la produzione pavese. Il nuovo allestimento sarà ambientato in un cinquecento reinterpretato, un mondo evocativo con una raffinata ambientazione astratta e illusoria. Seguirà Ettore Majorana – Cronaca di infinite scomparse, opera contemporanea che darà seguito ad una serie di appuntamenti collaterali legati al rapporto teatro e scienza. E ancora La Cenerentola di Gioachino Rossini, mentre per la festa del Patrono di Pavia, San Siro, Il flauto magico di Mozart. Conclude la stagione Carmen di Bizet.

La stagione di prosa, oltre a soddisfare gli appassionati, incontrerà il favore di chi a teatro ama i grandi protagonisti della scena: Gabriele Lavia (Il sogno di un uomo ridicolo), Michele Placido (Piccoli crimini coniugali), Elena Sofia Ricci  e Gian Marco Tognazzi (Vetri rotti), Ivana Monti e Luciano Virgilio (Dieci piccoli indiani), Mariangela D’Abbraccio (Filumena Marturano), Umberto Orsini, Giuliana Lojodice, Massimo Popolizio (Copenaghen), Adriana Asti (Danza macabra) Marco Paolini (Numero primo).

Creata invece per soddisfare l’interesse del pubblico nei confronti delle forme teatrali che sperimentano nuovi linguaggi, quest’anno la rassegna “Altri Percorsi” vedrà: Il borghese gentiluomo di Molière, con la regia di Filippo Dini. Marina Massironi in Ma che razza di Otello; la versione di Glauco Mauri di un classico del ‘900, Finale di partita di Samuel Beckett; Miseria e nobiltà di Scarpetta, riscritto da Michele Sinisi; Mr Puntila e il suo servo Matti di Brecht della compagnia dell’Elfo per la regia di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia; La bottega del caffè con le acrobazie e la comicità di Quelli di Grock; Maddalena Crippa reinterpreta con L’allegra vedova il testo di Victor Leon e Leon Stein.

La stagione di danza come da tradizione, alterna titoli classici di repertorio a linguaggi moderni. Quest’anno si apre il sipario a dicembre con I Cosacchi del Don. Segue a gennaio Romeo e Giulietta nella versione di Youri Vàmos, Il lago dei cigni del Balletto Nazionale di Sofia, le formazioni di Introdans e No Gravity Dance Company.

L’Orchestra da camera di Mantova, National Youth Jazz, I Virtuosi dei Berliner Philharmoniker, l’Orchestra Sinfonica della Rai, Chamber Orchestra, I Solisti di Pavia, Il Demetrio, Ghislieri Choir & Consort, Pomeriggi musicali sono le orchestre in programma nella stagione di musica. Per gli assidui amanti dell’operetta, l’intramontabile compagnia di Corrado Abbati che presenta La vedova allegra e Gigì – Innamorarsi a Parigi.

Geppi Cucciari, Antonio Ornano e Paolo Ruffini saranno i comici che passeranno dal Fraschini il prossimo anno.

Il rinnovo abbonamenti è attivo dal 19 giugno al 12 settembre, nuovi carnet in vendita dal 18 al 30 settembre, i biglietti singoli invece saranno disponibili da ottobre. In tutti i casi sono previste riduzioni per studenti universitari.

Il calendario completo degli spettacoli, le date e tutte le informazioni di biglietteria sono disponibili sul sito ufficiale www.teatrofraschini.org

Social
Instagram