Dall’Università di Pavia le linee-guida per esami e lauree “in presenza” e sicurezza sanitaria

L’Università di Pavia ha previsto «la progressiva ripresa delle attività didattiche in presenza, compatibilmente con le vigenti norme in materia di sicurezza sanitaria e fermo il rispetto delle norme generali in tema di utilizzo degli spazi all’interno dell’Ateneo». Così nelle linee-guida pubblicate a metà luglio, e valide dal 24 agosto fino a esplicita revoca, sulla pagina dedicata web.unipv.it/coronavirus (PDF).

Il documento specifica che «i Dipartimenti, i Consigli Didattici ed i singoli titolari di insegnamenti potranno effettuare in presenza gli esami di laurea e gli esami di profitto (orali e scritti) qualora ritenuto opportuno e comunque garantendo agli studenti che lo richiedano la possibilità di effettuare l’esame a distanza». In particolare, nel caso degli scritti «è stata raccomandata ai docenti grande sensibilità nell’accogliere eventuali richieste degli studenti favorevoli a effettuare gli esami scritti in presenza».

Nell’aggiornamento del 27 agosto, al punto 2.1.1 delle FAQ, vengono inoltre indicate le modalità d’accesso alla sede d’esame e altre informazioni utili atte a garantire la sicurezza sanitaria degli studenti e della commissione: mascherina obbligatoria, distanza interpersonale e igienizzazione frequente dei locali.

[Aggiornato 28/8/2020 ore 10:28]

Potrebbero interessarti