Dai licei allo stage in Università

stage orientamento1Da alcuni anni l’Ateneo pavese offre la possibilità ai ragazzi dei licei e degli istituti del territorio di toccare con mano il mondo universitario attraverso gli “Stage di Orientamento”: una settimana tra laboratori e aule per preparare al meglio gli studenti nella scelta e dare una dimostrazione concreta dell’offerta formativa.

Quest’anno, per tutto il mese di giugno, oltre 300 giovani hanno seguito programmi differenziati da scienze a economia, da ingegneria a medicina (foto). Molti dei tirocini sono stati indirizzati alla realizzazione di un’attività pratica che fosse il frutto del lavoro svolto durante i giorni precedenti, in altri casi esperti e ricercatori hanno portato la loro esperienza dialogando con i ragazzi.

A Economia sono intervenuti professionisti del settore da PWC, PricewaterhouseCoopers, azienda internazionale che si occupa di revisione di bilanci, advisory e consulenza fiscale. A Biologia invece lo stage ha previsto un percorso di lezioni e attività di laboratorio  che si è concluso con la realizzazione completa di una “Polymerase Chain Reaction”, una tecnica di biologia molecolare che consente l’analisi genetica.

A Fisica invece i liceali hanno avuto la possibilità di vedere da vicino ricerche di fisica sperimentale, nucleare, subnucleare, ed entrare in contatto con i ricercatori attraverso l’esperienza del “FamLab”.  A Odontoiatria i ragazzi hanno avuto la possibilità di seguire gli interventi sui pazienti e di parlare direttamente con tecnici e operatori.

I risultati di questa esperienza? Molti. Pietro, che abbiamo incontrato allo stage di Matematica, ha raccontato come uno degli aspetti più interessanti fosse la possibilità di conoscere e studiare argomenti nuovi senza la pressione e l’ansia dell’ambiente liceale. Altri hanno deciso addirittura di “rubare” parte dei loro lavori per le tesine del prossimo anno.

«La vita del fisico non fa per me» ha confessato invece Federico, 19 anni. Diverso è stato il parere di Giulia, 17 anni, da sempre aspirante medico, che tramite l’esperienza del suo stage si è decisa ancora si più a perseguire la sua strada: «ho imparato anche cosa sta dietro al mestiere di medico, tutto l’espetto della clinica che non avevo mai avuto la possibilità di considerare».

RE x UC

Potrebbero interessarti