Da Telethon 350mila euro per la ricerca a Pavia

Nuovi importanti fondi arriveranno dalla Fondazione Telethon a 69 laboratori della penisola per la realizzazione di 38 progetti di ricerca sulle malattie genetiche. Dei 10,5 milioni di euro totali nella nostra regione arriverà la fetta più grande (3,6 milioni di euro) per i progetti di 24 ricercatori. Tra questi ci sono anche Antonella Forlino e Orsetta Zuffardi del Dipartimento di Medicina molecolare dell’Università, Rosangela Invernizzi e Patrizia Noris del Policlinico San Matteo.

In particolare, nei laboratori dell’Ateneo pavese, Antonella Forlino condurrà uno studio sull’osteogenesi imperfetta, una malattia caratterizzata dalla marcata tendenza alle fratture ossee; mentre Orsetta Zuffardi si occuperà della sindrome “ring 14” (per la prima volta finanziata da Telethon), dovuta a una malformazione del cromosoma 14 e che si manifesta con un grave ritardo mentale e frequenti crisi epilettiche refrattarie ai farmaci.

Complessivamente sono stati 260 i progetti candidati da tutta Italia al bando 2013; di questi 160 hanno raggiunto la fase finale del processo di valutazione, che si è svolta a Milano il 20 e 21 giugno scorsi.

«La selezione – si legge sul sito ufficiale telethon.it – si è svolta secondo il metodo internazionalmente condiviso del “peer-review” e ha coinvolto i trenta eminenti scienziati (provenienti da 9 Paesi; uno solo dall’Italia), che si sono avvalsi anche della consulenza di oltre trecento revisori da ventisei diversi paesi del mondo: grazie a questo sistema rigoroso è stato possibile selezionare i migliori tra i progetti proposti, secondo criteri come l’originalità e la fattibilità dei progetti, ma anche l’adeguatezza del finanziamento richiesto rispetto agli obiettivi proposti, la rilevanza rispetto alla malattia genetica affrontata e la prossimità alla cura.»

AT

Potrebbero interessarti