Cooperazione e sviluppo, 20 studenti palestinesi studieranno a Pavia fino a dicembre

Prima lezione ieri, in aula Volta, per i 20 studenti palestinesi iscritti al corso intensivo in “Development Design and Management in the Middle East”. Studieranno all’Università di Pavia fino a dicembre grazie a una borsa di studio del progetto “Valorizzazione del Sistema universitario palestinese”, nato nel 2009, e supportato, tra gli altri, dal Ministero italiano degli Affari esteri e dal MIUR.

Il corso è strutturato in sette moduli didattici che potranno essere seguiti, ognuno, anche da dieci studenti iscritti ad altri corsi di laurea dell’Università di Pavia. I temi: economia e modelli matematici per lo sviluppo, industria alimentare e diritto alla salute, chimica, informatica e urbanistica. Ogni modulo è coordinato da docenti palestinesi e dagli altri atenei italiani che partecipano al progetto (Bologna, Palermo, Roma La Sapienza, Siena, Trento e Politecino di Milano).

I ragazzi, tutti neolaureati, provengono da otto Università della regione del West Bank e da due di Gaza. «Sono molto contento di vedere questi ragazzi qua a Pavia – ha detto a UCampus il Prof. Gianni Vaggi, ProRettore per le Relazioni internazionali e uno degli organizzatori – perchè dobbiamo tenere conto del fatto che abbiamo sei ragazzi di Gaza che non si sarebbero mai incontrati nella loro vita con altri coetanei del resto della Palestina. Per molti, quasi tutti, è la prima volta che escono dai loro territori». Tra gli iscritti anche una studentessa italiana.

AT

Potrebbero interessarti