All’Università di Pavia una tavola rotonda su Chernobyl

News  |   20/04/2016  |     1047

Il 26 aprile 1986 il reattore numero 4 della centrale nucleare di Chernobyl, a nord dell’Ucraina, esplodeva a causa del surriscaldamento del nocciolo. La nube radioattiva contaminò vaste aree circostanti fino a raggiungere, spinta dai venti, anche l’Europa.

A distanza di trent’anni dall’incidente catastrofico, martedì 26 aprile 2016, il Dipartimento di Fisica organizza una tavola rotonda che ripercorrerà le fasi principali che causarono il disastro. Durante l’incontro in programma alle ore 15 presso l’Aula Giulotto (Via Bassi 6) si parlerà anche del futuro dell’energia nucleare e della situazione attuale dei depositi di rifiuti radioattivi.