25 anni di Erasmus, a Pavia l’anniversario il 28 settembre

Sono 3 milioni gli studenti europei che hanno partecipato al programma di mobilità internazionale dal 1987 a oggi. 34 i paesi e 4.000 gli atenei aderenti al Lifelong Learning Programme. L’Italia, nelle classifiche internazionali, è il quarto paese nella mobilità outgoing.

Per festeggiare il 25° anniversario dell’Erasmus, all’Università di Pavia l’appuntamento è fissato per venerdì 28 settembre in aula Magna. Dalle 9.30 alle 13 il tema sarà “Changing Lives – Opening Minds”. Dopo il saluto delle Autorità, gli interventi della Prof.ssa Maria Antonietta Confalonieri, Delegato per la Mobilità studentesca internazionale, e di Clara Grano dell’Agenzia LLP, sarà presentato – con la partecipazione di Beppe Severgnini – il volume di Vincenzo Cicchelli “L’esprit cosmopolite” (Presse de SciencesPo). Professore associato all’Università di Paris Descartes, l’autore intende analizzare come «gli studenti Erasmus, eredi del Grand Tour, apprendono le altre culture europee».
Nella giornata di venerdì spazio anche alle testimonianze e alle esperienze di studenti ed ex studenti Erasmus.

Negli ultimi cinque anni sono stati 1947 gli universitari pavesi che hanno trascorso sei o dodici mesi del proprio percorso formativo in un ateneo straniero, in 419 lo faranno nel nuovo anno accademico 2012/2013. Spagna, Germania e Francia i paesi più richiesti. Hanno invece scelto Pavia, negli ultimi quattro anni, 1202 studenti. La maggior parte di loro sono spagnoli, portoghesi e tedeschi. Medicina, Lettere e Economia le facoltà con più studenti in mobilità sia in entrata che in uscita.
Il nuovo bando Erasmus, per gli iscritti outgoing nel prossimo anno accademico, sarà pubblicato a febbraio 2013.

Doppio anniversario a Pavia: dopo il 25° del Lifelong Learning Programme, l’associazione Erasmus Student Network – Studenti Erasmus Pavia festeggia i suoi primi 20 anni. Impegnata nel supportare tutti gli stranieri in mobilità nella nostra città, ESN-STEP propone anche iniziative culturali, sportive e ricreative. Tra queste viaggi nelle principali località turistiche e incontri linguistici “tandem” nei quali ogni ragazzo dialoga con un altro studente madrelingua. L’associazione, fino al 5 ottobre, allestisce nel Cortile del bar dell’Università, in corso Carlo Alberto 3a, un punto informativo.

AT

Potrebbero interessarti